X chiudi

IPPICA NAZIONALE

L’Ippica Nazionale è una scommessa a totalizzatore che consiste nel pronosticare le prime posizioni di arrivo dei cavalli concorrenti nelle corse denominate "Tris".

Nella scommessa al totalizzatore gli importi giocati da tutti gli scommettitori confluiscono in un unico montante. Il valore del montante diventa il Montepremi della corsa che viene suddiviso, a seguito della diramazione ufficiale dei risultati, tra tutte le unità di scommessa vincenti. Lo scommettitore visualizza le quote probabili (indicatori numerici) su vincente, accoppiata e trio, che si aggiornano ad intervalli di tempo definiti in base alla raccolta, consentendogli di orientarsi sui favoriti di ogni corsa. Al momento della partenza il gioco viene chiuso e, sommando le scommesse pervenute si determina il volume complessivo (montepremi), da suddividere, all'ufficializzazione del risultato, fra le tipologie di scommessa effettuate e le giocate risultate vincenti.

E’ possibile scommettere su:

VINCENTE: il cavallo che si classificherà al primo posto;
PIAZZATO: : i primi due classificati, nelle corse in cui risultino partecipanti almeno 7 cavalli; i primi 3 classificati, nelle corse in cui risultino partecipanti almeno 8 cavalli;
ACCOPPIATA: (plurima accoppiata vincente non in ordine), nelle corse che risultano almeno 7cavalli partecipanti, si pronosticano i primi due cavalli classificati non necessariamente nell’esatto ordine d’arrivo. Conseguentemente, nella scommessa (plurima accoppiata vincente in ordine), nelle corse fino a 6 cavalli partecipanti, si pronosticano i primi due cavalli esattamente nell’ordine di arrivo.
TRIO: i primi 3 cavalli in ordine di arrivo (con la possibilità di giocare diversi sistemi).
Scommettendo al totalizzatore, l’ordine di grandezza della vincita, nella maggior parte dei casi, varia secondo la tipologia di scommessa giocata, in base alla seguente scala di valori:
La minore è il piazzato (Singola);
Segue il vincente (Singola);
L’accoppiata (Plurima);
La trio (Plurima).

Il mondo dell’ippica è regolamentato da precise strutture, l’organo di base, a cui fa capo tutto è l’ UNIRE (Unione Nazionale Incremento Razze Equine); è da questo Ente che dipende la programmazione nazionale, lo stanziamento e la distribuzione dei premi, la concessione degli ippodromi, la regolamentazione del gioco e di tutto ciò che concerne più direttamente le corse. Mentre per le corse al galoppo la gestione diretta è affidata dall’UNIRE a due associazioni, il Jockey club e la Società degli Steeple-chases, analoga funzione nel trotto viene svolta dall’ENCAT (Ente Nazionale Corse al Trotto). Il programma ufficiale delle corse emanato dall’UNIRE, rappresenta il documento ufficiale al quale far riferimento ai fini delle scommesse. Per ogni ippodromo attivo della giornata vengono indicate le corse sulle quali è possibile scommettere e per ogni corsa vengono indicati i cavalli partenti identificati con un numero, per ogni cavallo viene indicato il nome di chi lo guida.

Nella stagione invernale (settembre – fine maggio) le corse si disputano tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 11:00 circa alle ore 19:00; il lunedì dalle ore 13:00 alle 19:00 circa. A seconda dell’orario mattutino o pomeridiano le corse prendono il nome rispettivamente dell’ippodromo (mattina) o della città (pomeriggio). Nella stagione estiva (giugno - inizio settembre), invece, le corse si disputano dalle ore 14.00 circa fino alle ore 24.00.

La TRIS, detta “TRIS NAZIONALE”, è una particolare corsa ippica che si svolge due volte al giorno dal lunedì al sabato (festivi compresi), nelle giornate domenicali si svolge una sola corsa Tris detta “Straordinaria”. Successivamente, tra la prima Tris del giorno e l’ultima, saranno riservate sette/otto corse unitamente alle corse Tris Nazionali, con un intervallo tra una corsa e l'altra di 25/30 minuti . Tali corse seguiranno le norme relative per le scommesse previste per la corsa Tris Nazionale. L'orario di svolgimento per corse riferite all’Ippica Nazionale (Tris) nel periodo in notturna (estivo: inizio giugno - inizio settembre) si articoleranno dalle ore 17.30 alle 22.00, mentre, nel periodo invernale (settembre - maggio) tra le 14:00 alle 19:00 dal lunedì al sabato. La Tris include tutte le tipologie di scommessa, come: “Vincente Nazionale”, “Accoppiata Nazionale”, “Tris Nazionale”, “Quarte Nazionale”, “Quinte Nazionale”. In occasione di Gran Premi o di corse Principali che, si disputano in Italia, è stata introdotta la 'TRIS INTERNAZIONALE': scommesse ippiche collegate con il totalizzatore Francese e sommate alle scommesse accettate in Italia, alla quale sono correlate le tipologie: 'Vincente Internazionale', 'Accoppiata Internazionale' e 'Tris Internazionale'. Le corse sulle quali è possibile accettare la scommessa TRIS sono indicate dall’UNIRE (Unione Nazionale per l'Incremento delle Razze Equine).

Per le corse al galoppo il cavallo viene identificato per:
numero di sella assegnato
rapporto di scuderia con altri cavalli
nome del cavallo
peso in corsa del cavallo
nome del fantino
numero di steccato
Per le corsa al trotto il cavallo viene identificato per:
numero di partenza
rapporto di scuderia con altri cavalli
nome del cavallo
nome del driver
distanza da percorrere nella corsa

COSA BISOGNA SAPERE

La riunione (insieme delle corse giornaliere) prende il nome rispettivamente dell’ippodromo (mattina) dalle 11:00 circa alle 13:30, o della città (pomeriggio) dalle 14:00 alle 19:00. Premio: denominazione della corsa. Il montepremi è la somma destinata ai primi cavalli classificati, da suddividere in base a percentuali prestabilite dai regolamenti dell’UNIRE. Raccolta: ammontare totale delle scommesse effettuate sulla corsa, poi suddivisa per tipologia. Raccolta vincente: ammontare delle scommesse effettuate sulla tipologia del vincente. Raccolta piazzato: ammontare delle scommesse effettuate sulla tipologia del piazzato. Raccolta accoppiata: ammontare delle scommesse effettuate sulla tipologia dell’accoppiata. Raccolta trio: ammontare delle scommesse effettuate sulla tipologia della terna vincente.

I cavalli sono identificati da un numero a loro assegnato o sorteggiato (da 1 fino al numero dei partecipanti).

Lo stato del cavallo può essere:

-    IN RAPPORTO DI SCUDERIA: due o più cavalli, appartenenti allo stesso proprietario, sono considerati in rapporto di scuderia solo se dichiarati tali nel programma ufficiale.
-    NON PARTENTE (ritirato prima dell’apertura dell’accettazione delle scommesse).
-    RITIRATO (rinuncia a partecipare dopo la dichiarazione dei partenti della corsa e ha effetti ai fini della validità della scommessa e dell’eventuale rimborso).
-    REGOLARMENTE PARTITO (ha effettivamente partecipato alla corsa).
-     NO BETTING: cavallo partente ed identificato, ma escluso dall’accettazione delle scommesse.
-     SQUALIFICATO (nella condizione di “rottura”, cioè quando perde la normale andatura. Sono squalificati i cavalli che rompano a lungo, oppure rompano due volte durante il percorso, in retta d’arrivo (nel tratto indicato da apposito segnale) o al traguardo. L’andatura ad ambio sarà considerata a tutti gli effetti come rottura

RS: rapporto di scuderia è l’appartenenza allo stesso proprietario di più cavalli partecipanti ad una stessa corsa. Affinché questo possa influire sulla scommessa è necessario che sia dichiarato nel programma ufficiale.

LE SPECIALITA’
Trotto:
è una particolare andatura che vede il cavallo muovere contemporaneamente l’anteriore sinistro con il posteriore destro e viceversa. Nelle corse a trotto il cavallo è guidato dal guidatore seduto o driver su una specie di biga chiamata sulky. Il sottocoda, il sellino ed i pettorali rendono solidale il cavallo al sulky, mentre le briglie, il freno e l’imboccatura sono necessari al guidatore per comandare il cavallo. In Italia le distanze su cui si corrono le corse al trotto sono due: il miglio (1600m) ed il doppio chilometro “allungato” (2100m) che vengono percorsi in senso antiorario prevalentemente su piste di sabbia, da 800 o 1000m delimitate da paletti. Corse ad Ambio: Il passo del cavallo si contraddistingue per il movimento simultaneo in avanti o indietro delle zampe di un lato dell'animale, (sinistro o destro). Guidato dal driver (guidatore) che siede sul sulky. Specialità diffusa negli USA

Trotto montato: (cavallo a passo di trotto ma con fantino a sella) diffuso in Francia.

Trotto per pariglie: (due cavalli a passo di trotto per un unico sulky). Specialità diffusa in Francia.

La partenza avviene:
• con l’autostart: i cavalli vengono allineati, secondo la numerazione, dietro un auto munita di due ali metalliche che mantengono sulla stessa linea i cavalli fino al momento della partenza, a circa 400 mt dalla effettiva linea di partenza proseguendo a piccolo trotto. A 30 mt dalla partenza aumenta la velocità dell’auto start, si chiudono le ali, esce dalla pista lasciando il campo ai cavalli lanciati.
• ai nastri: : i cavalli assumono lo schieramento secondo i numeri di gara , nell’opposto senso di marcia, al segnale effettuano una giravolta e si avviano nel senso normale di corsa; questo tipo di partenza è utilizzato nelle corse in cui partecipano cavalli più veloci e altri meno, per cercare di equilibrare le forze in pista. I penalizzati partono ad una distanza superiore di 20,40,60 o anche 80 metri rispetto a quelli meno veloci.

I tipi di corsa più comuni sono:
• Corsa ad handicap: nella quale i cavalli ritenuti più forti partono ad una distanza maggiore (handicap)rispetto agli altri. In queste gare la partenza avviene sempre con i nastri.
• Corsa di classe: i cavalli sono distinti in classi di velocità, in base al rispettivo record ragguagliato al km., ovvero ai tempi di percorrenza rispetto ai km del percorso.
• Corsa di categoria: i cavalli partecipanti sono qualificati per categoria, secondo i risultati ottenuti durante un periodo di tempo fissato dalla società organizzatrice della gara.
• Corsa ad invito: alla quale partecipano i cavalli invitati a dalla Società di corse organizzatrice della gara.

Galoppo :
Il galoppo è la specialità in cui il fantino o jockey monta il cavallo, il quale ha l’andatura più naturale e veloce e si divide in tre tempi consecutivi. Gli arti si muovono in tempi successivi, prima i posteriori e poi gli anteriori . Il peso del fantino compresa sella e staffe, può variare dai 45kg ai 70 kg. Le piste per le corse al galoppo sono generalmente in erba, ma si possono trovare anche circuiti in sabbia. La distanza su cui si effettuano le corse al galoppo varia da mt 1.000 sino a mt 5000 (per le corse italiane) e mt. 7000 per le straniere. Le corse possono essere:
• in piano , in cui il percorso varia da 800 a 4000 metri;
• ad ostacoli (siepi, steeple chases, cross country), nelle quali il cavallo deve percorrere un percorso di abilità saltando ostacoli o siepi e, a seconda del tratto da percorrere e dell’ampiezza dell’ippodromo, possono essere disputate in piste:
• pista piccola,
• pista media,
• pista grande,
• Pista dritta

La partenza delle corse a galoppo si effettua a “gabbie”,  nelle quali i cavalli devono prendere posto agli ordini dello starter e all’apertura delle gabbie devono partire contemporaneamente al galoppo.

Esistono diversi tipi di corsa al galoppo:
• Di gruppo: in cui partecipano esclusivamente i migliori cavalli italiani e si misurano con gli stranieri.
• Listed: prova importante sul piano internazionale, alla quale partecipano cavalli di levatura internazionale
• Condizionata: nella quale l’ammissione dei cavalli partecipanti è sottoposta a condizioni previste dal bando di partecipazioni, come ad esempio aver vinto una certa somma di premi in un determinato periodo, o un numero X di gare, o ancora aver effettuato un numero X di piazzamenti…
• Handicap: nella quale i cavalli portano un peso stabilito dal periziatore, allo scopo di rendere pari le possibilità di vittoria dei partecipanti.
• Handicap discendente: nella quale la scala dei pesi parte da un max di 65 kg a scalare fino ad un peso inferiore (mai meno dei 45 kg).
• Handicap ascendente: nella quale la scala dei pesi parte da 45 kg fino ad un max di 65 - 70 kg ed aumenta secondo il giudizio del periziatore.
• Per debuttanti: riservata ai cavalli che non hanno mai corso né in Italia né all’estero.
• Per maiden: riservata ai cavalli che non hanno mai vinto una corsa in carriera.
• A vendere: corsa al termine della quale i cavalli partecipanti sono vendibili ad un prezzo base stabilito all’atto dell’iscrizione.
• A reclamare: tutti i cavalli partecipanti possono essere reclamati per un prezzo superiore a quello indicato nel programma ufficiale, quindi è possibile rilanciare il costo di vendita.


RIMBORSO
La singola puntata è rimborsata: - qualora per una corsa si preveda la sostituzione di uno o più cavalli con cavalli di riserva, le scommesse accettate su quelli sostituiti saranno rimborsate e i cavalli subentrati dopo l’accettazione delle scommesse, dichiarati “no- betting”; - se il cavallo su cui si è scommesso venga ritirato prima della partenza; - nel caso in cui venga annullata la tipologia su cui si è puntato (per il vincente la scommessa viene annullata e rimborsata quando il numero di partenti è inferiore a 2, non in rapporto di scuderia); - rimborso delle scommesse accettate fino all’orario di introduzione di una modifica al programma ufficiale (errata comunicazione di un rapporto di scuderia, del nome di un cavallo, della distanza di una corsa, etc.).

JACKPOT(riporto)
Qualora per un tipo di scommessa su una corsa non risultassero alcun vincitore, il disponibile a vincite relativo alla scommessa sarà conglobato con il disponibile a vincite dell’ultimo analogo tipo di scommessa della riunione, purché l’accettazione delle scommesse sulla corsa in oggetto sia aperta. Quando ciò non fosse possibile, il disponibile a vincite sarà conglobato con quello del primo analogo evento della riunione di corse immediatamente successiva dello stesso ippodromo. Il JACKPOT (RIPORTO) viene riportato anche nel caso di arrivo incompleto. Vale lo stesso nel caso di scommesse accettate su corse in programma su ippodromi esteri.



LE TIPOLOGIE:
VINCENTE

Si deve pronosticare il cavallo che si classificherà primo. La scommessa risulterà vincente anche se si è pronosticato un cavallo diverso da quello arrivato primo, ma che con esso è in rapporto di scuderia.
Rapporto di scuderia: è l’appartenenza di più cavalli partecipanti ad una stessa corsa allo stesso proprietario, sempre che questo rapporto sia dichiarato nel programma ufficiale.
Poiché la scommessa sul vincente è riferita alla scuderia titolare del vincitore, saranno considerate vincenti tutte le scommesse in cui si è pronosticato vincente un cavallo appartenente alla scuderia del primo classificato.

PIAZZATO
si deve pronosticare il cavallo che arrivi al primo o al secondo posto nelle corse in cui risultino partenti da 4 a 7 cavalli;;
• si deve pronosticare il cavallo che arrivi al primo, al secondo o al terzo posto nelle corse in cui risultino partenti 8 o più cavalli.

ACCOPPIATA
Si devono pronosticare i primi due classificati della corsa secondo due modalità:
• accoppiata in disordine (i primi due cavalli classificati non necessariamente in ordine) nelle corse in cui ci siano almeno 7 cavalli partecipanti; • accoppiata in ordine nelle corse fino a 6 cavalli partecipanti (i primi due cavalli classificati necessariamente nell’esatto ordine di arrivo).

Accoppiata NX: a girare
Accoppiata G1: con vincente
Accoppiata T2: in ordine
Il meccanismo della scommessa si adatta a sistemi in cui lo scommettitore effettua più giocate in contrasto tra loro (cioè due o più accoppiate diverse, delle quali potrà risultare vincente al massimo solo una) l’ ACCOPPIATA con Piazzato P1.


Per l’accoppiata in ordine vale il rapporto di scuderia solo se, i due cavalli in rapporto pronosticati al 1° e 2° posto si classificano esattamente nelle prime due posizioni anche non necessariamente in ordine.

L’unità base della scommessa è di 1€, il minimo scommettibile è di 2€.  

Si devono pronosticare i cavalli classificati nelle prime 3 posizioni

SISTEMI

IN ORDINE T3: si devono pronosticare i primi tre cavalli in ordine di arrivo. L’unità base della scommessa è di 1€, il minimo scommettibile è di 2€.

A GIRARE NX: si devono pronosticare i primi tre cavalli classificati, indipendentemente dall’ordine di arrivo.

CON VINCENTE G1: si deve pronosticare il cavallo che arriva primo e i cavalli che si classificano al secondo e al terzo indipendentemente dall’ordine di arrivo.

CON 1 PIAZZATO P1: si deve pronosticare il cavallo che si piazza nei primi tre posti e i cavalli che andranno ad occupare i posti mancanti.

CON 2 PIAZZATI P2: si devono pronosticare i cavalli che si piazzano nei primi tre posti e il cavallo che andrà ad occupare il posto mancante.

IN ACCOPPIATA G2: si devono pronosticare i cavalli che arrivano al primo e al secondo posto,indipendentemente dall’ordine di arrivo e il cavallo che arriva al terzo posto.

Il Rapporto di Scuderia è considerato, nella trio, soltanto se i cavalli sono consecutivi nell’ordine d’arrivo ad Es.: al primo e al secondo posto oppure classificati al secondo e al terzo posto (non vale per i classificati al primo e al terzo posto).

TRIO
Si devono pronosticare i cavalli classificati nelle prime 3 posizioni.


header
Informati sulle probabilità di vincita
e sul regolamento di gioco sui siti
www.aams.gov.it e www.totosi.it
e presso i punti vendita.
consulta prosegui
loghi